Un viaggio contromano, tirando un sospiro di sollievo ad ogni incrocio e ad ogni rotonda dalla quale sono riuscita ad uscire sana e salva!

Un’isola di mare, storia e ottimo cibo. Scopriamola insieme.

Il Nord

La parte a Nord offre spiagge di sabbia e coste rocciose molto suggestive.

E’ la zona ideale dove cercare il proprio alloggio se si vuol trascorrere una vacanza rilassante che unisca il mare alla cultura, spostandosi in maniera autonoma da una località all’altra. Io ho alloggiato a Bugibba al Damiani Apartments, il quale offre sistemazioni in appartamento ideali per coloro che intendono girare l’isola assecondando i propri tempi, gestendo al meglio la propria vacanza.

Cosa visitare

  • Sant Agatha’s Tower

Una roccaforte dal colore rosso situata nella parte nord-est dell’isola. L’edificio ha forma quadrata con agli angoli 4 torri merlate; esso fu edificato in una zona strategica, dalla quale è possibile scorgere un’ampia porzione di mare oltre Gozo e Comino. Grazie a questa sua posizione, l’ingresso vale il panorama che offre dall’alto sulla Baia di Mellieha.

  • Cappella Immacolata Concezione

Una piccola cappella situata all’estremo nord-est della costa. Questo piccolo edificio religioso, grazie alla sua posizione di fronte al mare, offre ai suoi visitatori un’atmosfera unica, di pace. Probabilmente deve tutto il suo fascino proprio a quest’aspetto. La Madonnina che quasi vuol accogliere i viaggiatori che un tempo giungevano su quest’isola, con la sua base azzurra che si fonde con il cielo di questa giornata, pura magia. 💙

  • Spiaggia dorata di Ghajn Tuffieha

Ho scoperto questa bella baia mentre ero alla ricerca della Golden Bay, ad ovest dell’isola di Malta.
Arrivata in un ampio parcheggio quasi vuoto, pensavo di essere giunta a destinazione mentre in realtà ero arrivata alla vicina Ghajn Tuffieha. Incuriosita, mi sono avvicinata alla scalinata che conduce alla spiaggia dorata, scoprendo lo spettacolo che potete vedere qua sotto.

  • Isola di Comino

Tra le varie escursioni a cui prendere parte al Nord, non può mancare una giornata all’Isola di Comino, per ammirare la meravigliosa Blue Lagoon, che con le sue acque cristalline e calde vi farà venir voglia di non tornare più!

blue-lagoon-comino

Vi consiglio la sveglia abbastanza presto per raggiungere quanto prima Cirkewwa o Marfa: da qui partono taxi e piccoli traghetti per la Blue Lagoon ogni  30 minuti circa. La giornata ideale per visitare la laguna è quella priva di vento; nelle giornate ventose la baia può esser frequentata oltre che da bagnanti, anche da meduse, trascinate dalle varie correnti che possono formarsi in tali condizioni.

Se capitate di qua in piena estate, armatevi di pazienza. La zona è affollatissima e trovare uno sdraio libero sarà un’impresa ardua, ma oltremodo necessaria. Non esiste di fatto una spiaggia ma solo scogli scomodi e sconnessi, che rendono necessario l’utilizzo di qualcosa di sospeso se non si vuole soffrire tutto il giorno!

  • Baia di Mellieha

Un’altra spiaggia che citerò, ma che non mi ha entusiasmato poi tanto è quella della Baia di Mellieha: una lunga spiaggia di sabbia dorata dove potrete trovare numerosi stabilimenti, giochi d’acqua e tanta folla. Le basse acque di questa baia la rendono particolarmente adatta alle famiglie con bambini. E’ per questo suo aspetto così caotico e turistico che ho apprezzato l’intimità e la tranquillità di altre spiagge. Ma i gusti son gusti ed ognuno ha le proprie esigenze!


Il Centro

Chi è alla ricerca del divertimento e vuol trascorrere le proprie serata tra locali notturni, consiglio di alloggiare nella capitale, La Valetta, e Sliema.

cosa-visitare-mdina-maltaDa non perdere la città di Mdina, una roccaforte situata al centro dell’isola, caratterizzata da stretti vicoli e singolari dettagli architettonici: qui potrete ammirare i tipici terrazzi colorati dell’isola.

Ad accogliervi al suo ingresso in Gate della Medina, molto interessante dal punto di vista architettonico. Diversi calessi trainati da cavalli vi proporranno il tour della piccola cittadina comodamente seduti.

Il mio consiglio è però quello di perdersi. Perdersi tra il color oro della sua pietra, tra i dettagli colorati che animano la città, all’ombra dei suoi alti palazzi e stretti vicoli.

La Capitale, La Valletta, offre numerosi siti di interesse storico nonché eventi di natura culturale ed intrattenitiva. Fondata nel 1500, è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Rappresenta uno dei primissimi esempi di progettazione urbana basata su uno schema di strade ben preciso. Questa bellissima città-fortezza fu progettata ben prima del suo assedio e prese il nome dal suo fondatore, l’amato e rispettato Gran Maestro dell’Ordine di S. Giovanni, Jean Parisot de la Valette.

La città gira tranquillamente a piedi, vista la sua dimensione contenuta. E’ interessante percorrere le vie che costeggiano la sua antica cinta muraria, effettuando quasi un anello circolare prima di percorrere le vie interne alla città. Le caratteristiche principali sono la sua architettura, il colore della pietra con cui è stata eretta, i suoi balconi colorati. Rimarrete affascinati dalla vista di antiche chiese e splendidi palazzi, in un’atmosfera senza tempo.

Se passate di qua nel mese di Luglio, fate un salto all’evento dedicato alla degustazione di vini locali, il “The Marsovin wine summer festival“: troverete ottimi vini, buon cibo e musica live. Un’evento davvero ben organizzato: nel prezzo dell’ingresso è compreso un bel calice da vino serigrafato, che potrete tenere come ricordo dell’evento.


Il Sud

Il Sud è ricco di caratteristici borghi di pescatori dove gustare succulenti piatti di pesce appena pescato, e di piccole insenature rocciose dove il mare è cristallino.

Lungo la strada che da Mdina conduce verso Sud, un’insenatura rocciosa offre ai suoi visitatori un mare limpido e cristallino, dal colore verde turchese. Questa località ha il nome di Ghar Lapsi. Un angolo dell’isola incontaminato e adatto agli amanti del mare e dello snorkeling. A differenza di altre zone, questa risulta essere ancora poco frequentata. Non è facilissima da trovare, ma questo è un bene! Per chi fosse interessato allego uno spaccato di mappa per avere un’idea della posizione. Come potete notare, non si trova molto lontano da altri siti di interesse che tratteremo più avanti (Hagar Qim e Blue Grotto).

gar-lapsi-mare-malta

ghar-lapsi-malta

hagar-Qim-TempliPer gli amanti dell’archeologia e della storia, un sito molto bello da visitare è quello di Hagar Qim e Mnajdra, lungo la costa occidentale dell’isola, non lontano dalla Blue Grotto (grotta visitabile solamente via mare).

Si tratta di un complesso di templi megalitici, risalenti al 3600 a.C., ovvero 1200 anni più vecchi delle piramidi in Egitto e 1000 anni più vecchi di Stonehenge in Inghilterra.

Appena giunti sul luogo il primo tempio che si incontra è quello di Hagar Qim, sormontato da una tensostruttura bianca per preservarne la struttura. Articolato in diverse stanze ed ambienti, esso è stato edificato mediante l’utilizzo di enormi blocchi di pietra.

Il secondo tempio, Mnajdra, distante dal primo circa 500 metri, si affaccia direttamente sul mare, offrendo ai suoi visitatori uno spettacolo del tutto naturale. La sua posizione ed edificazione non è però casuale: esso viene attraversato dai raggi del sole nei giorni di solstizio e equinozio. Durante i giorni dell’equinozio un raggio di sole attraversa l’asse principale colpendo l’altare principale del tempio; mentre durante i giorni del solstizio il raggio di sole entra con angolazione opposta e va a toccare la pietra posta alla sinistra dell’altare.

Per celebrare il solstizio d’estate ogni anno, il 21 giugno, Heritage Malta organizza una visita guidata ai due templi di Hagar Qim e Mnajdra.

blue-grotto

Come citato poco fa, in questa zona si trova anche la famosa Blue Grotto o Grotta Azzurra.

Per tutti coloro che non si accontentano di una sbirciatina dall’alto, ma vogliono ammirarla in tutta la sua grandezza e maestosità dal mare, nel piccolo porticciolo vicino al villaggio di Wied Iz-Zurrieq partono le imbarcazioni di pescatori con le quali effettuare il tour. Vicino alle barchette colorate troverete l’unica biglietteria nella quale acquistare i biglietti (adulti 8€, bambini 4€ fino a 10 anni). Il tour ha una durata di circa 20 minuti e raggiunge anche le grotte limitrofi. Consigliamo di raggiungere la grotta nelle prime ore del mattino. Essendo una delle escursioni più famose sull’isola, è presa d’assalto da tantissimi turisti.

Uno dei più famosi e caratteristici villaggi prende il nome di Marsaxlokk, non lontano dall’aeroporto di Malta.

In questo piccolo villaggio, animato dalle tipiche imbarcazioni colorate maltesi, avrete la possibilità di respirare un’aria del tutto autentica e di assaggiare ottimo pesce freschissimo.

Mangiare a Marsaxlokk al Ristorante “Pesces”

Se volete mangiare dell’ottimo pesce fresco questo è in assoluto il posto che fa per voi!
Qui potrete trovare dell’ottimo pesce, cucinato in maniera semplice e servito in un locale alla mano, senza troppe pretese!
Il ristorante è situato in un’ottima zona, facile da raggiungere; nei dintorni troverete diversi parcheggi liberi.

Una volta seduta in uno dei tavoli disposti lungo la passeggiata del lungomare, mi sono lasciata ispirare dal menù esposto all’esterno che vantava diversi piatti gustosi e freschi.
Il lungomare di Marsaxlokk è famoso per le sue imbarcazioni pittoreste, da qui lo spettacolo è garantito.

Dalla cucina è ben presto arrivato un aperitivo a base di legumi e crackers tipici maltesi, dalla forma circolare.
Successivamente ho ordinato un guazzetto di cozze al pomodoro e del polpo, cotto con limone e accompagnato da cozze e vongole.
Come primo ho scelto dei tortelli ripieni di polpa di granchio e gambero, freschi, fatti in casa e deliziosi. Ho concluso con un caffè per una spesa di 14€.
L’atmosfera è carina ed informale, le materie prime freschissime ed i piatti ben cucinati. Nonostante fossi all’estero ho trovato persino la cottura della pasta ad hoc.
Il servizio da parte del personale è stato cortese e rapido.

Xatt is-Sajjieda 89, Marsaxlokk
Tel: +356(2165)4956

Non lontano da qua, un tratto di mare cristallino ed incontaminato regala uno dei panorami più belli dell’isola, sebbene siamo molto poco conosciuto e lontano dal circuito turistico. Siamo a St Peter’s Pool, un tratto di costa rocciosa dalle limpide acque verdi.

st-peters-pool-malta

commenti